Sicuramente hai già sentito parlare di scrub associato alla pulizia della pelle, ma è fondamentale “sfregare” seguendo alcuni accorgimenti per ottenere maggiori benefici da questa tecnica ed evitare spiacevoli effetti collaterali.

Ma andiamo con ordine.
Prima domanda: che cos’è lo scrub?

Il termine scrub significa letteralmente “sfregare” e indica la procedura che permette di rimuovere le cellule morte che si depositano sulla cute del viso e del corpo, grazie a sostanze granulari, sferule o polveri sottili; queste particelle solide, una volta applicate sulla cute e massaggiate asportano le cellule morte e stimolano il naturale processo di rinnovamento dello strato corneo.
In questo modo la pelle risplende: lo strato cutaneo superficiale si rinnova e si liberano i pori, dandoti una pelle più liscia, ossigenata e rinnovata. Non a caso, lo scrub è particolarmente efficace se applicato alle zone più ruvide del corpo come gomiti, talloni e ginocchia.

Prima di passare in rassegna i benefici dello scrub, è bene seguire queste indicazioni:
– Il troppo stroppia: è sempre corretto non esagerare con la frequenza dello scrub, che è meglio fare una volta alla settimana nel caso di pelli normali. Se la vostra pelle è particolarmente delicata, riduci la frequenza, mentre se è irritata, rinuncia allo scrub. Rinuncia anche se soffri di acne, perché rischi di aumentare solo l’infiammazione.

– Attenzione alla grana: lo scrub per il viso, in quanto zona più delicata, necessita di una grana più sottile rispetto a quella del corpo. In ogni caso, è meglio evitare le zone più delicate del viso come il contorno occhi.

– Sfregare con cautela: lo scrub corpo si fa sotto la doccia (lo scrub non si fa mai sulla pelle asciutta) ma è bene non strofinare troppo forte; dopo il risciacquo asciugatevi e cospargetevi di crema idratante, perché secca la pelle.

– Depilazione e scrub non vanno d’accordo: per evitare irritazioni, depilatevi con un po’ di anticipo rispetto allo scrub, almeno 24 ore prima.

– Via libera allo scrub estivo: sole e scrub sono ottimi alleati, infatti lo scrub favorisce l’abbronzatura. Se ti esponi al sole nel modo corretto, protetto e negli orari più idonei, uno scrub delicato renderà il colorito più uniforme e dorato.

– Evita il fai-da-te: a meno che non siate esperte, accantona l’idea di realizzare uno scrub home-made ma acquista scrub viso o corpo già pronti. In ogni caso, scegli sempre sostanze naturali che non contengano tensioattivi o ingredienti pericolosi come la formaldeide.

– Di sera è meglio: lo scrub è raccomandato alla sera, per non rischiare di irritare la cute durante le attività quotidiane. Infatti, contrariamente a uno scrub delicato che, come detto, è amico dell’abbronzatura, è opportuno evitare di esporsi ai raggi ultravioletti (UV) subito dopo l’applicazione. Inoltre, durante la notte, la cute ha più tempo per poter ripristinare il suo equilibrio.

– Mai e poi mai: lo scrub è fortemente controindicato in caso di gravidanza, herpes labiale, ferite aperte e dopo trattamenti estetici ambulatoriali.

Come detto, il beneficio principale dello scrub è conferire alla pelle un aspetto più levigato, compatto e luminoso. Non va dimenticato infatti che, nel tempo, il processo di rinnovamento cellulare rallenta. Soprattutto nelle donne di età superiore ai 30-40 anni, l’esfoliazione con lo scrub è consigliabile, in quanto favorisce l’eliminazione delle cellule morte e aiuta a mantenere l’epidermide più giovane.

 

Quali altri benefici derivano dallo scrub?

– Dopo lo scrub la pelle è pronta a ricevere le sostanze funzionali presenti nei trattamenti idratanti e nutrienti che avrete intenzione di applicare successivamente.
– Se fatto a cavallo tra una ceretta e l’altra, contrasta efficacemente la formazione di fastidiosi e antiestetici peli incarniti e facilita la depilazione.
– In caso di pelli mature, lo scrub aiuta a distendere le rugheridurre le macchie scure e a rigenerare il collagene.
– Nelle stagioni invernali, lo scrub elimina le impurità dalla pelle connesse a smog, particelle inquinanti e allergeni.
– Lo scrub è alleato di trattamenti rassodanti, tonificanti e anticellulite: dopo la doccia e lo scrub, i pori sono dilatati e la pelle è quindi più ricettiva agli effetti di creme rassodanti, drenanti o tonificanti